Username:

Password:

Forgot Password? / Help

Author: admin

27

Leica D-LUX (Typ 109)

front1Riesco a percepire la perplessita' che qualcuno di voi sta provando. Microquattroterzi.it e' un blog che si e' sempre occupato di sistemi appartenenti allo standard micro4/3, cosa ci fa questa compatta??? E' presto detto. Quando ho visto la presentazione di questa macchina, l'anno scorso, ho pensato subito "Ecco la compatta che serve!!". Dovete infatti sapere che questa e' una macchina con un sensore quattroterzi, grande esattamente come quello montato sulle macchine appartenenti allo standard microquattroterzi. E' munita di un mirino digitale e di un'ottica con un'escursione che spazzola dai 24mm ai 75mm con una luminosita' massima che va da F1.7 alla focale minima e a F2.8 alla focale massima. Questi numeri vi hanno steso? Mi spiace per voi ma non sono gli unici assi nella manica, se leggerete questa recensione ne scoprirete altri. Nel mondo microquattroterzi non sara' parte integrante certo ma credo che chi sceglie di comperarsi un corredo micro4:3 lo faccia anche perche' ne condivida la scelta della grandezza del sensore, dei suoi rapporti di lato e per la compattezza. Leica D-LUX Typ 109 e' il riassunto di tutto questo e con l'aggiunta di una buona dose di .... stile. Attraverso questo link  e' possibile scaricare un pdf che riporta tutti i dati tecnici dichiarati di questa macchina, come sempre le recensioni di microquattroterzi.it si occupano poco di numeri ma molto di pratica, prendiamo questa fotocamera in mano e muoviamo le dita, come di consueto, da fotografo a fotografo, esprimero' le mie impressioni.
Read more

5

Olympus M. Zuiko Digital ED 9-18mm 1:4-5.6

918Nella gamma degli obiettivi standard di microZuiko trova spazio uno zoom grandangolare di cui in questo blog non ho mai parlato. Il M. Zuiko Digital ED 9-18mm 1:4-5.6.
Per chi conosce il sistema E-System 4/3 di Olympus di certo questo zoom richiama il suo omonimo di quel sistema. Diciamo che si tratta di una sorta di riedizione ma in formato micro, anche la somiglianza strutturale lo fa pensare dato che si tratta anche in questo caso di un'ottica realizzata da 13 elementi distribuiti in 9 gruppi.
L'antenato di questo obiettivo ebbe un buon successo tra i fotografi 4/3, con una spesa non eccessiva riusciva a portare delle focali importanti nel corredo di ogni fotografo. Peraltro l'alternativa era rappresentata dallo Zuiko 7.14mm F4.0, un obiettivo non per tutte le tasche che quindi dirottava gli acquisti -appunto- allo Zuiko 9-18mm che diffondeva la sua presenza in quasi tutti i corredi.

Parlando di E-System e di grandangoli, personalmente, non posso non pensare anche ad un'ottica poco capita ma che rappresenta a mio parere personale uno dei migliori zoom grandangoli della storia del digitale, ossia l'11-22mm F2.8-3.5. Il mio sogno nel cassetto e' anche la riedizione in formato micro di questo ottimo obiettivo.

Read more

0

Olympus OM-D E-M5 Mark II

Solo da qualche ora Olympus ha  permesso la distribuzione delle notizie ufficiali per quanto riguarda questo nuovissimo modello di macchina.

Il web impazzisce nel promuovere immagini e news riguardanti la Olympus OM-D E-M5 Mark II.

Ben vengano! per il momento attendiamo un demo per una nostra prova e ci guardiamo un video distribuito da PMStudioNews che hanno avuto modo di ospitare Gianni Trevisani di Polyphoto che ci descrive la macchina.



DOWNLOAD del comunicato stampa

 

2

Una giornata con le Lumix GF6 e GM1

Per oggi vi ho riservato una doppia recensione, il comune denominatore dei due prodotti sara' Lumix. Ricordiamo che Lumix di Panasonic e’ l’azienda, assieme a Olympus, maggiormente impegnata nello standard microquattroterzi. Vanta di un ottimo parco ottiche e di una nutrita serie di corpi macchina.

Fondamentalmente l’azienda si presenta con 5 linee di corpi macchina.

La linea Gx (con le fotocamere Lumix G1, G2, G3, G5, G6, G10)
Fotocamere mirrorless con un design simile ad una reflex, molto compatte, con LCD girevoli a 360 gradi.
Da specificare che la Lumix G10 e' una macchina che non porta questa sigla per essere la piu' recente ma per appartenere ad una fascia piu' economica. Naturalmente non sono tutte in produzione, sono tutti modelli, a parte la G10 appunto, che sostituiscono la precedente.

La linea GFx (con le fotocamere Lumix GF1, GF2, GF3, GF5, GF6)
Fotocamere compatte, prive di mirino, piuttosto lineari e facilmente trasportabili

La linea GXx (con le fotocamere Lumix GX1, GX7)
Fotocamere con mirino, eleganti e realizzate con finiture di pregio

La linea GHx (con le fotocamere Lumix GH1, GH2, GH3, GH4)
Le ammiraglie di gamma, provviste di mirino e particolarmente indicate per la ripresa video

La linea GMx (con le fotocamere Gm1 e Gm5)
Fotocamere molto compatte, senza mirino. Realizzate con tecnologie particolari di miniaturizzazione avanzata.

Ho pensato di fare questo articolo appena dopo la recensione scorsa della Lumix GH4 proprio per fare il punto della situazione di una linea produttiva quanto mai completa. Inoltre Lumix vanta di una fornita vetrina di ottiche che spazia dai 7mm ai 300mm, con diverse luminosita' e dimensioni. Personalmente vorrei ricordare la coppia di ottiche Lumix 12-35mm e 35-100mm gia' testate in questo sito in passato, ottiche di qualita', tropicalizzate ed estremamente luminose.

Di certo non possiamo dire che Lumix sia rimasta a guardare nel panorama di questo standard, i corpi macchina sono davvero numerosi e nel momento in cui scrivo questo articolo e' gia' stata presentata la Lumix GF7 alla stampa di settore internazionale.
Probabilmente presentandomi in relativo ritardo rispetto il susseguirsi di novita' ho voluto trascorrere qualche giornata con una Lumix GF6 e una Lumix GM1, valutandone qualita', usabilita' e ergonomia, caratteristiche necessarie per poter essere ottimi strumenti per il fotografo moderno. Naturalmente mi soffermero' anche sulle qualita' dei risultati, su un mio parere per quanto riguarda messa a fuoco, velocita' di esecuzione e nitidezza delle immagini.

Read more

4

Panasonic Lumix DMC-GH4

Lumix-GH4Le pause che mi prendo nell’aggiornare questo blog calcano puntualmente la vigilia di nuove e importanti recensioni. Chi mi segue sa benissimo che non scrivo per riempire la carta per cui se non ho cose importanti da scrivere preferisco star zitto e magari cercare nuove risorse valide per articoli importanti.
Eccomi infatti alle prese con un articolo che sara’ senza dubbio complesso nella stesura in quanto ho a che fare con un’apparecchiatura professionale e unica per le caratteristiche che presenta. Un vero e proprio salto nel futuro. La nuova Lumix DMC-GH4 di Panasonic e' una vera e propria ammiraglia, una sorta di dimostrazione tecnologica. Io stesso, pur essendo sempre stato molto positivo nell’illustrare il futuro di questo sistema fotografico non avrei immaginato che nel giro di qualche anno dalla fondazione dello standard si arrivasse a tanto.
Dicevo che e’ una macchina professionale, lo si legge in giro? No, lo e’ di fatto e andiamo a vedere perche’.
Prendiamo in mano la fotocamera:
Vanno fatte alcune premesse. Chi intende il microquattroterzi come standard di apparecchiature compatte ha ragione, forse prendendo in mano questa macchina si ha l’impressione che questo canone non sia rispettato, in realta’ ci si sbaglia se si va a fondo e si comprende -cercando di capire le esigenze delle soluzioni tecniche- che la macchina e’ davvero dotata.
Va fatto cenno anche ad una esigenza solamente politica, ossia al target al quale la macchina e’ destinata. Stiamo parlando di professionismo, sarebbe paradossale dare in mano, a chi della fotografia fa un mestiere, una macchina troppo compatta che ne renderebbe l'utilizzo problematico.
Per questo dico che la Lumix GH4 e’ una macchina ragionevolmente compatta. Senza dubbio uno strumento che racchiude tanta tecnologia come questa macchina sarebbe in altri casi piu’ pesante e piu’ ingombrante.
In mano la macchina e’ veramente salda, rispecchia la classica forma reflex, e’ robusta e ben bilanciata. Il corpo e’ tutto in magnesio.
Ricordiamo che la Lumix GH4 e’ una macchina completamente tropicalizzata, con le giuste guarnizioni la’ dove servono.
Read more
3

The Holy Trinity

A volte arrivano in redazione delle cose interessanti. Frequentatori di questo blog che fanno deduzioni spesso molto utili e condivisibili. Io solitamente li dirotto sul forum qTp in modo che le loro esposizioni possano essere eventualmente commentate. Altre volte invece ricevo delle vere e proprie elucubrazioni difficili da confermare, mi capita soprattutto quando il fotografo discute su un’apparecchiatura che in realta’ non ha mai usato neppure per un minuto. Ne approfitto per dire che che e’ sempre meglio usare il materiale prima di avventurarsi in deduzioni.

Questa volta non ho resistito e ho voluto pubblicare del materiale che mi ha spedito di recente Mauro Morando, fotografo e, lo posso dire, ormai amico con cui ho condiviso qualche esperienza tempo fa.

Mauro pratica fotografia naturalistica, per altro ha un sito in cui potete vedere il materiale che produce: http://photo.mauromorando.eu/index.html

Read more

1

Photokina 2014: The day after

Ho assistito con attenzione a uno degli eventi piu' importanti per noi utilizzatori di apparecchiature fotografiche, Photokina 2014. Naturalmente a 360 gradi ma con un occhio particolare per il sistema micro4/3. Chiunque si sia sentito, in vari termini, coinvolto da questo evento avra' senz'altro visitato i siti piu' o meno aggiornati nel presentare le novita' e le foto dei nuovi prodotti. Microquattroterzi.it non si propone di fare questo tipo di informazione ma non posso non sentirmi coinvolto da tale manifestazione, per cui ho pensato di fare una riflessione, a bocce ferme, il giorno dopo della chiusura del piu' grande manifestazione fotografica europea. Per i non informati vediamo quali sono le novita' sul fronte Olympus, marchio che con Lumix e' in prima fila in questo standard MicroFourThirds.
Read more

2

Tubi di prolunga Kenko per macrofotografia

P7150061Un tempo era un sistema molto diffuso, ai tempi della fotografia analogica spesso si compravano questi anelli che vanno posti tra la fotocamera e l'obiettivo, fanno perdere la messa a fuoco all'infinito ma diminuiscono notevolmente la distanza minima di messa a fuoco. Fino ad ora per microquattroterzi erano reperibili solo dei modelli senza contatti che inibivano gli automatismi. Da oggi, in anteprima, qui su microquattroterzi.it ho la possibilita' di utilizzare degli anelli Kenko di ottima qualita' .
Ho voluto provarli fin da subito in quanto ero molto incuriosito.
Dentro la confezione, per altro molto carina e colorata, se ne trovano due. Uno da 10mm e uno da 16mm, naturalmente possono essere montati anche insieme per un totale di 26mm.
Sono robusti, molto leggeri con le baionette in metallo, pesano 40 e 70gr.
Read more

4

Panasonic LUMIX G VARIO 100-300mm f/4-5.6 MEGA O.I.S.

H-FS100300_400Oggi vi voglio presentare un'ottica che e' gia' nel mercato da un po' di tempo. L'intento e' quello di passare poi a presentare un test anche del suo antagonista.
Sto parlando del Panasonic LUMIX G VARIO 100-300mm f/4-5.6 MEGA O.I.S. Un'ottica che presenta un range di focali piuttosto spinte di cui, personalmente, non sono molto amante.
In un secondo momento presentero' pure un test del 75-300 mZuiko con il fine poi di farvi trarre le conclusioni.
Ho provato il suddetto obiettivo su una Olympus OM-D E-M1, e' importante citare il corpo macchina su cui ho provato questa apparecchiatura in quanto ho notato alcune anomalie dovute alla compatibilita'. Premetto che non stiamo parlando di difetti, l'ottica in esame su un corpo Lumix G6 non ha mai avuto problemi. Nel corpo Olympus, viceversa, ho avuto qualche problema nella messa a fuoco.
L'angolo di campo equivalente in un corpo full frame di questo zoom e' di 200-600mm, una focale piuttosto sostenuta, non eccessivamente luminoso ma viste le sue dimensioni direi che stiamo parlando di un tele spinto di dimensioni davvero contenute. Al momento in cui scrivo questa recensione questo tele zoom e il 75-300mm mZuiko rappresentano le uniche soluzioni nell'ambito di focali tele spinte nel microquattroterzi. In un mercato fotografico moderno questo puo' significare una limitazione, siamo abituati a trovare di tutto di piu' ma dobbiamo considerare alcuni fattori che motivano questo attuale limite. Il sistema microquattroterzi e' un sistema appena nato, le aziende che hanno lavorato per costruire dei prodotti validi intorno a questo standard hanno costruito molto in questi ultimi mesi, in poche parole in pochi anni hanno costruito un sistema fotografico da ZERO. Molto spesso hanno inseguito la tecnologia riproponendo e consolidando alcune soluzioni, basta vedere quanti corpi macchina hanno presentato e quanti obiettivi hanno subito un remake. Il 75-300 Olympus, ad esempio, e' gia' alla seconda edizione.

Read more

0

FotoRacconto estivo: una tentazione e una Olympus E-M1 e un 75mm F1.8

pic-4"Estivo"... si fa per dire. Veramente l'estate comincia fra 10 giorni ma qua in Veneto gia' da una settimana si boccheggia. Sto sviluppando un firmware per un dispositivo piuttosto "strano" e il lavoro procede a ritmo lento, sembra che anch'esso sia annoiato e infastidito da questa afa. Poi per altro si tratta di umidita' molto contenuta, siamo in valori piuttosto bassi in questo senso, e' proprio il sole che sembra quasi si sia avvicinato ulteriormente alla terra e che abbia l'intenzione di cuocerci inesorabilmente.

Trenta gradi gia' al mattino, minime della notte a 21 per poi spaccare a 35 nel pomeriggio.
Ho sempre amato l'aria condizionata, fino a qualche anno fa ci vivevo in simbiosi, sempre con l'inverter a tavoletta. E' da un paio di anni che nemmeno la sopporto preferendo di gran lunga la tenue brezzolina di un gigantesco ventilatore messo a debita distanza. Oggi pero' la realta' sembra diversa, le pale del ventilatore non sembrano affatto in grado di convincermi di stare li' buono buono.
Read more

Pages:1234567