0

Panasonic Lumix G Vario 35-100mm F4.0-5.6 ASPH Mega OIS


Panasonic Lumix G Vario 35-100mm F4.0-5.6 BKTerzo giorno consecutivo in cui recensiamo ottiche Lumix, questa volta non un Panaleica ma direi qualcosa di particolare comunque. Il Lumix G Vario 35-100mm F4.0-5.6 ASPH Mega O.I.S.

A mio modo di vedere un'ottica dalle caratteristiche solo impensabili qualche anno fa in un ingombro cosi' minuto.
Si tratta di uno zoom d'impostazione economica ma che sa mostrare i denti. Facciamo qualche ragionamento sul suo range di focale, abbiamo detto che si tratta di un 35-100mm, equivale ad un 70-200mm su Full Frame. Gia' esiste il LUMIX G X VARIO 35-100 mm f/2.8 ASPH. POWER O.I.S. di qualita' eccelse e di un costo ben maggiore, possiamo vedere il prodotto che oggi andiamo a provare come una versione equivalente ma in formato economico e nettamente piu' compatto. Parte da 35mm in quanto con l'accoppiata LUMIX G Vario 12-32mm F3.5-5.6 ASPH puo' rappresentare un punto di partenza davvero "mini" per coprire le focali piu' uilizzate.
Questa quindi e' la panoramica:

LUMIX G X VARIO 35-100 mm f/2.8 ASPH. POWER O.I.S.
LUMIX G X VARIO 12-35 mm f/2.8 ASPH. POWER O.I.S.

LUMIX G VARIO 12-32mm F3.5-5.6 ASPH. MEGA O.I.S.
LUMIX G VARIO 35-100mm F4.0-5.6 ASPH MEGA O.I.S.

Con questi 4 obiettivi Lumix riempie gli spazi accontentando qualsiasi fotografo, ma attenzione, vorrei essere piu' preciso in questo frangente, non e' che ogni fotografo abbia il suo target, e' la tipologia di utilizzo che detta la regola. Quindi nessuno toglie che un fotografo possa attrezzarsi di tutti questi obiettivi perche' i differenti impegni lo richiedono.
Il Lumix G Vario 35-100mm F4.0-5.6 ASPH Mega O.I.S. e' davvero piccolo, per il viaggio e per l'utilizzo "spiccio" puo' essere una tentazione anche per il fotografo esigente che gia' utilizza il LUMIX G X VARIO 35-100 mm f/2.8 ASPH. POWER O.I.S..

Vediamolo con i soliti parametri con cui analizzo le attrezzature, da fotografo e non certo da scienziato di laboratorio. Peraltro sottolineo che in alcune documentazioni anche ufficiali l'obiettivo e' definito anche LUMIX G VARIO 35-100 COMPACT. Direi quindi molto azzeccato.....

666-Panasonic-Lumix-G-VARIO-35-100mm-f4-5-6-ASPH-Lens-4_1413541077In mano
Il suo target lo vorrebbe "plasticoso" e di fattura economica, non e' cosi'. La struttura e' in metallo, solo le ghiere sono in plastica, la baionetta e' in metallo, la costruzione e' precisa e la meccanica scorre bene. Diciamo che e' un mix tra plastica e metallo. Noto subito che e' colassabile, praticamente in posizione "chiusa" e' veramente piccolo, per sganciarlo e renderlo operativo si gira la ghiera dello zoom, si sente uno scatto ed e' subito operativo. Dal momento in cui e' sganciato non ci vuole molto a raggiungere la massima focale, basta ruotarlo un centimetro. Questo da' all'obiettivo praticita' quando si ha la macchina spenta a riposo e si vuole renderla attiva per scattare.

E' un obiettivo che da chiuso e senza paraluce (compreso nella scatola) e' lungo 50mm, ha un diametro di 55mm e porta i filtri di diametro 46mm. Pesa 135gr. Come vedete e' davvero minuto, attivo a 100mm si allunga di 3cm e il paraluce, a petalo, e' di 2,5cm.

L'insieme ottico e' composto da 12 elementi divisi in 9 gruppi, nonostante l'economicita' monta una lente ASPH e due lenti ED (Extra Low Dispersion). Con questo comprendiamo che se vogliamo chiamarlo economico e' solo per prendere le distanze dal suo fratellone luminoso, per il resto io lo definirei un'ottica onesta, fatta bene e che rispetta anche i fotografi che vogliono sostenere costi contenuti.

L'obiettivo e' provvisto di ghiera per lo zoom manuale e anche della ghiera di messa a fuoco, a onor del vero questa un po' fine ma si tratta comunque di un obiettivo molto piccolo e non si potrebbe fare altrimenti.
La ghiera dello zoom ha le scritte 35mm, 50mm, 70mm e 100mm. A parte naturalmente le estreme, le altre corrispondono quasi perfettamente. Muovendo a occhio e selezionando i 70mm mi trovavo spesso a fotografare a 71mm, ma direi che e' un peccato perdonabile.

90570176F9DD8384DC314197B56AFF58L'obiettivo e' in macchina
L'ho montato sulla Panasonic Lumix G6, quasi quasi era piu' comodo quando era allungato alla massima focale, ossia a 100mm in quanto riempie bene la mano, quando lo accorci perde quel paio di centimetri e forse per la mia mano diventa troppo piccolo. Ad ogni modo gli ingombri minimi non sono mai da buttare per cui direi che e' davvero comodo quando e' in borsa oppure quando e' appeso al collo con la sua macchina. E' stato costruito per occupare poco spazio e svolge bene il suo ruolo. Andrebbe bene anche su una Lumix GM1/GM5.

Accendo la macchina e non sento rumori di lamelle che si aprono, avvicino l'occhio al mirino della macchina e faccio le prime messe a fuoco. Pensavo fosse danneggiato! Non si sente alcun rumore, il motore di messa a fuoco sembra non esistere, eppure lavora bene. Accoppiando l'utilizzo di questo obiettivo con lo scatto silenzioso direi che ci si potrebbe ritrovare in mano uno strumento completamente muto.
Ricordo che la completa silenziosita' oltre a dare la possibilita' di fare scatti in completa discrezione offre pure la possibilita' di fare riprese video e di non indurre rumori di sottofondo che potrebbero rovinare l'audio.

Velocita' di messa a fuoco e prestazioni
La distanza di messa a fuoco minima e' di 90cm, anche qui nulla di strano, e' un obiettivo per ritratti e per riprese a lungo raggio.
Sulla Panasonic Lumix G6 l'autofocus e' impeccabile, preciso anche a condizioni critiche di luce. Come gia' dicevo il motore AF sembra non esserci, sembra che a mettere a fuoco l'immagine sia un miracolo.

Vignettatura
E' uno zoom e per giunta con luminosita' massima variabile, ho provato le focali 35mm, 50mm, 70mm e 100mm, rispettivamente la luminosita' minima e' F4.0, F4.9, F5.5 e F5.6.
Di seguito vedrete tutte le foto nel dettaglio ma sostanzialmente direi una cosa che va bene per tutte le focali, a F5.6 le cose vanno sempre bene, ecco che abbiamo problemi di vignettatura pronunciata solo a a 35mm alla massima luminosita', ad esempio a F4.0 si fa proprio vedere soprattutto ai bordi estremi.

Nitidezza
E' la nota forte di questo obiettivo, raggiunge il top a 50mm, attenti a fare i ritratti alle donne, qualcuna potrebbe non uscirne contenta! A parte gli scherzi, puo' essere che in post produzione possa rendersi utile ammorbidire un po' altrimenti rughe e imperfezioni della pelle potrebbero risaltare un po' troppo.
Da dire che i margini delle immagini risultano sempre molto nitidi ma i 50mm al centro sono cosi' eccellenti che ai margini. pur sempre buonissimi, sfigurano.
Di seguito delle foto con un crop al 100%.

Aberrazioni cromatiche
Ho dovuto cercare un po' nelle review straniere per capirci qualcosa, lo confesso. Ho fatto diverse prove nelle diverse focali ma non ho mai notato aberrazioni cromatiche degne di nota. Stupito di cio' ho pensato che probabilmente non avessi le condizioni di luce giuste per farle risaltare ma anche curiosando nei vari blogs non sono riuscito a trovare qualcuno che lamentasse questo difetto per cui direi di passare oltre.

Distorsione
Non ho notato distorsioni, direi poca e impercettibile a 35mm, come ho detto spesso nei teleobiettivi la distorsione raramente si presenta, e' una caratteristica che tratto per dovere di cronaca ma francamente la discuterei solo sui grandangoli.

Bokeh e sfuocato
Non si tratta di un obiettivo luminoso ma la focale tendenzialmente lunga fa si' che sia possibile trarre dello sfuocato dallo sfondo degli oggetti relativamente vicini.
A 100mm ci si puo' divertire e realizzare degli sfuocati interessanti. Mi sembra per certi versi di vedere lo sfuocato tipico del Panaleica, quindi molto naturale con effetti di "polverizzazione" talvolta interessanti.

Stabilizzatore
Il Lumix G Vario 35-100mm F4.0-5.6 ASPH Mega O.I.S. e' stabilizzato, la stabilizzazione quando lavora fa un rumore impercettibile, si sente solo se si avvicina l'orecchio. A bordo dell'obiettivo non vi e' alcun interruttore per disabilitarlo, ci si accede dal menu' della macchina.
La stabilizzazione e' efficace, praticamente non l'ho mai spenta a mano libera e non mi e' mai successo di fare delle foto mosse anche lavorando a tempi molto critici.
Ho come l'impressione che il Mega O.I.S. di Panasonic non lavori con lo stesso effetto su tutti gli obiettivi, quando ho effettuato le prove del Panaleica 42,5mm F1.2 non mi sembrava cosi' efficiente, nel caso di questo obiettivo l'effetto e' palese ed e' quasi impossibile rinunciare a questa risorsa.

Su un corpo Olympus?
Nulla ci vieta di mettere questo obiettivo su un corpo macchina Olympus, ricordiamoci che stiamo parlando di microquattroterzi per cui uno standard che ci permette di utilizzare apparecchiature di marca diversa perfettamente accoppiate tra di loro. Ovvio che che le convenzioni dello standard da rispettare sono davvero tante e spesso complesse ma nonostante questo ogni azienda cerca di ottimizzare gli obiettivi per i propri corpi.
Vediamo in questo caso come si e' comportato il Lumix G Vario 35-100mm F4.0-5.6 ASPH Mega O.I.S. montato su una Olympus OMD E-M5.
Andiamo per punti, quelli fondamentali, stabilizzazione e messa a fuoco:
Stabilizzazione. Ricordo che in casa Olympus la stabilizzazione risiede sul corpo macchina, in casa Lumix e' direttamente sull'obiettivo.
Nel menu' della OMD compare la possibilita' di usare lo stabilizzatore sull'ottica oppure quella sul corpo. Nulla vi vieta di usarli entrambi ma ve lo sconsiglio vivamente.
Ricordo che la stabilizzazione della OMD e' di ultimissima concezione per cui molto performante, di primo acchito consiglierei di usare quella sul corpo macchina. Dovrei fare delle prove approfondite un giorno o l'altro per capire se e' proprio cosi' ma nutro grossi dubbi di riuscire a snocciolare una sentenza valida in tutti i casi.
Messa a fuoco. Perfetta, precisa, sembra di lavorare con un'ottica Olympus, non si vedono differenze.
Ho fatto diverse foto, non e' che lavorare con questo obiettivo con una OMD sia tanto diverso che lavorare con una Panasonic Lumix G6, le performance sono le stesse, in fase di post-produzione il file della OMD e' migliore ma non per un fatto di lente tuttavia per un fatto di sensore, da dire anche che nel momento in cui scrivo e' gia uscita la Lumix G7 per cui da parte mia e' un po' improprio comparare la Lumix G6 con la Olympus OMD E-M5 MKII che e' di costruzione piu' recente.
Pero' se la domanda e' "conviene montare un Lumix G Vario 35-100mm F4.0-5.6 ASPH Mega O.I.S. su un corpo Olympus?" allora la risposta e' si', e io penso proprio di farlo perche' amo queste ottiche piccole, leggere e altamente performanti. Quindi non preoccupatevi, andate sul sicuro.

Considerazioni finali
L'obiettivo in questione e' ottimo, lasciava intendere di essere una soluzione economica ma in realta' ha mostrato muscoli da grande ottica. Direi che Panasonic anche qui si e' concentrata sul fatto di creare un'ottica che producesse immagini nitide e contrastate, in altri casi l'ho definita una moda ma, moda o no, il risultato e' quello.
Non correte nell'ovvieta' di pensare che nel mercato esistono ottiche di focale piu' spinta che costano meno, non e' questo che dovete pensare, non cercate mai il massimo sui numeri che possono risultare sbagliati, se un fotografo ha bisogno di un 35-100mm (70-200mm) e' perche' ha bisogno di quella focale ma con la massima qualita' ottica. Questo prodotto e' questo, e' un 35-100mm economico ma che offre nitidezza e qualita' eccellenti. Abbiamo un rapporto qualita' prezzo molto alto e soprattutto abbiamo un obiettivo molto compatto e leggero.
A chi lo consiglio? A chi vuol farsi un corredo base molto compatto e poco costoso, magari in alternativa ad un altro ma non necessariamente. Ricordate che non e' mai necessario avere tutto ed esclusivamente l'apparecchiatura piu' costosa. Decidere un target piu' modesto, dei costi da sostenere piu' bassi non e' sempre sinonimo di bassa qualita', questa ottica lo dimostra.

Ricordo che per la grande distribuzione attualmente questo prodotto e' distribuito da Panasonic, per il canale fotografico invece la distribuzione e' in mano a Fowa che per altro garantisce il prodotto ben 4 anni e naturalmente effettua le assistenze con l'ottimo supporto tecnico LTR.

Click to share thisClick to share this